Post Tagged with: "Bourgogne"

Viaggio in Borgogna: Chambolle-Musigny

Viaggio in Borgogna: Chambolle-Musigny

5 novembre 2018

0 comments

Vino:

Dopo oltre 4 anni riprendo gli appunti degli ultimi 2  viaggi in Borgogna e passo alla descrizione di uno dei più amati Village: Chambolle-Musigny. CHAMBOLLE prende il nome dall’aspetto gorgogliante, dopo le piogge tempestose, del torrente Grône, da cui la denominazione “Campus Ebulliens” o “Champ Bouillant”. Chambolle nel 1744 fu inondata dal torrente Grône. Chambolle ha aggiunto il nome del sul Grand Cru più prestigioso, Musigny, al suo nome nel 1878. Chambolle Musigny è probabilmente un luogo in cui si… Read More ›

Romanée Saint Vivant Domaine de la Romanée Conti

Romanée Saint Vivant Domaine de la Romanée Conti

11 gennaio 2016

4 comments

Degustazioni, Vino:

Venerdì scorso ho avuto il piacere di degustare il 2008 del Romanée Saint Vivant del Domaine de la Romanée Conti. Non lo degustavo da qualche anno ed è stato un piacere intenso. Grazie a Davide Cecio che mi ha invitato a degustarlo in occasione del suo compleanno! Come di consueto faccio prima qualche riferimento storico e geografico. A Vosne Romanée si trovano ben 6 Grand cru, Saint Vivant è quello più vicino al paese, di fatto a pochi passi dalle… Read More ›

Viaggio in Borgogna: Morey-Saint-Denis

Viaggio in Borgogna: Morey-Saint-Denis

16 luglio 2014

0 comments

Vino:

Come per gli altri comuni sui quali ricadono dei Grand Cru anche Morey ha aggiunto nel 1927 Saint-Denis al suo nome. Probabilmente nel 1927 era Clos Saint-Denis il Grand Cru più prestigioso, oggi se dovessi essere io il sindaco e dovessi scegliere avrei l’imbarazzo della scelta tra Clos de la Roche, Clos de Lambray e Clos de Tart! L’appellation Morey-Saint-Denis Village è piuttosto piccola, sono 106,61 ettari coltivati a rosso (di cui 38,22 ettari a premier cru) e 4,93 ettari… Read More ›

L’origine del nome Romanée Conti

L’origine del nome Romanée Conti

6 febbraio 2014

0 comments

Vino:

Sapete da dove viene il nome del vino oggi considerato più pregiato e prezioso al mondo? Nel famoso e interessantissimo testo “Grands Crus de Bourgogne, Histoires et traditions vineuses” (1955), E.de Moucheron diede la seguente spiegazione, senza però citare le fonti: “Recenti ed accurate ricerche , ci impongono di concludere che, tranne a Narbonne, provincia controllata direttamente da Roma, non c’erano vigne nel resto della Gallia prima della conquista di Cesare.” Questo significa che i Galli non bevevano vino? Tutt’altro.… Read More ›